Ecolibera, la casa che guadagna

By 27 settembre 2018 Press

EDILIZIA SOSTENIBILE Addio bollette di luce e gas. È in arrivo la casa che non inquina e si paga da sola. Finlibera SpA avvia un nuovo concetto di casa moderna e funzionale, pensata per il benessere totale di chi abita. Un sistema integrato e sostenibile che parte dal tetto e garantisce l’autonomia energetica ed economica.

Milano Finanza

L iberare i proprietari dai costi dell’energia elettri- ca e del gas, potendo contare su un sistema so- stenibile che autoproduce interamente il fabbi- sogno di elettricità, acqua calda, mobilità e cibi freschi dall’orto, questa è la sfida di Ecolibera, un concetto di casa come organismo autosufficiente, un percorso mirato all’indipendenza energetica ed economica di chiunque voglia sentirsi libero a casa propria. Ed i vantaggi non finiscono qui: Ecolibera può «farsi in due», una parte per l’ac- quirente e l’altra disponibile per affitti temporanei che permettono una rendita garantita dal servizio MilanoStanze.it del gruppo Finlibera Spa. Si tratta di destinare una porzione della casa a un’area a reddito con ingresso indipendente, che può garan- tire un guadagno costante al proprietario da fina- lizzare alla copertura dei costi (acquisto, mutuo) senza doversi occupare delle pratiche gestionali e finanziarie. Il progetto è uno degli step più signifi- cativi raggiunti da Finlibera, che ha recentemente ricevuto un prestigioso riconoscimento dal Financial Times.

«Con Ecolibera – afferma Piepaolo Zampini, co-Amministratore con Dario Mortini di Ecolibera Srl, società partecipata da Finlibera SPA – abbiamo voluto intercettare la domanda di autonomia economica ed energetica, cogliendo una mutazione in corso: l’esigenza di dinamismo del cittadino, «smart citizen», che guarda al do- mani con le risorse tecnologiche più avanzate. È un cambio di paradigma – prosegue Zampini – che vogliamo cogliere da pionieri con il rigore di una risposta progettuale coerente alla sapienza del fare e alla conoscenza delle innovazioni tecnolo- giche, senza trascurare la sostenibilità economica, energetica e ambientale e le esigenze di un lusso confortevole e a misura d’uomo. La casa come bene primario da dove parte una nuova idea di abitare e di vita».

Il tetto è l’elemento centrale della casa Ecolibera: un sistema bioclimatico-attivo, progettato ad hoc per far funzionare al meglio un impianto fotovol- taico che produce, in autonomia, più energia di quanto serva per le sue necessità, tanto da con- sentire di usare il surplus energetico per ricari- care veicoli elettrici e altre funzioni. Un sistema di accumulo dell’energia prodotta permette di non dover cedere e poi ricomprare l’energia dal gestore, evitando così i costi fissi e diventando completamente indipendente dai fluttuanti costi dell’energia. Una casa di nuova concezione con «zero emissioni» e, soprattutto, «a bolletta zero»: riscaldamento, condizionamento e acqua calda possono essere generati senza allacciamenti alle reti esterne (luce e gas). È previsto, inoltre, un modernissimo sistema di coltivazione indoor a km0 con uno spazio dedicato in cucina. «Si trat- ta di una serra fotovoltaica a led (mini sistemi di auto-coltivazione alimentare) – afferma Zam- pini – che permette di produrre in autonomia ed in maniera semi automatizzata, ortofrutticoli tutti i giorni dell’anno per il fabbisogno della propria famiglia, bypassando le filiere e abbat- tendo i costi della grande distribuzione. Tutto il progetto Ecolibera – continua Pierpaolo Zampini – risponde appieno ai parametri indicati dalla Conferenza Internazionale sul clima di Parigi. Grazie ad un team di progettisti, tecnici e forni- tori qualificati, Ecolibera interpreta di volta in volta lo stile architettonico più consono ai gusti e desideri del cliente (villa singola o bifamilia- re), utilizzando sistemi costruttivi, dall’edilizia tradizionale alla bioarchitettura in legno-cana- pa-calce, che consentono ad ogni abitazione di rispettare il target «Off-grid-ready». Infine, un sistema di raccolta dell’acqua piovana e di fito- depurazione completano la versione biocompati- bile di Ecolibera».

In termini di costi, una casa Ecolibera di metratu- ra media (120mq) può costare circa 30mila euro in più rispetto ad una casa costruita con metodi tradizionali ma offre, al proprietario, la possibili- tà di ottenere fin dal primo anno le detrazioni fi- scali e gli ecobonus consentiti dalla Legge finan- ziaria in corso e, quindi, di dimezzare i costi. Da non dimenticare il risparmio che una casa Ecoli- bera offre in termini di efficienza energetica: in trent’anni si arriva a risparmiare fino a 135mila euro tra corrente elettrica, gas e carburante.

Nei prossimi mesi saranno ultimate le prime case Ecolibera che si trovano a Brembio (nel lodigia- no), a Casarile (in provincia di Milano) e a Ciri- mido (in provincia di Como).

Bosco Verticale – Via de Castilla, 11
20124 Milano – Italy
www.ecolibera.it